Acqua - Progetto 7


Galleria Seelisberg: lavori a condotta antincendio

Adrian Schön Responsabile generale di progetto, Baumeler Leitungsbau AG, Perlen

L’impianto idrico antincendio della galleria Seelisberg è divisibile in sezioni mediante saracinesche, molte delle quali in funzione dal 1980, ma ora giunte a fine vita. Anche la loro funzionalità è compromessa, in quanto non più chiudibili del tutto, limitando la sicurezza della galleria.

Per gli interventi di ottimizzazione Baumeler ha deciso di ricorrere al principio del congelamento. Si tratta di una chiusura mirata e temporanea delle condutture congelando il liquido all’interno dei tubi. Inducendo la formazione di un tappo di ghiaccio, si blocca il liquido nel tubo senza dover chiudere l’intero impianto idrico. Questo metodo richiede spazio sufficiente per applicare i manicotti di congelamento alle sezioni dei tubi. In molti luoghi lo spazio mancava e si è dovuto pianificare un apposito montaggio. Su invito dell’Ufficio per la gestione delle strade nazionali di Flüelen è stata indetta una gara per altri lavori di manutenzione, aggiudicata ancora da Baumeler. Secondo il dettagliato programma occorreva sostituire 22 elementi in due sessioni con quattro interventi notturni, tagliando la condotta in 17 punti. La fornitura di acqua antincendio nella galleria di accesso di Huttegg, lunga 640 metri, è stata suddivisa in tre sezioni, ciascuna con tre uscite. Per i lavori l’acqua doveva essere chiusa, scaricata e infine reimmessa per rendere la galleria nuovamente percorribile alle cinque del mattino. È stato pallettizzato e allestito il materiale per ogni notte. Il «team acqua» Baumeler ha preparato professionalmente il lavoro, concretizzandolo con il supporto del «team metallo».

Solo alla fine si è verificato un incidente. Un venerdì sera Baumeler riceve una chiamata. Era l’Ufficio per le strade nazionali che chiedeva se l’azienda avesse anche un’organizzazione di emergenza. Usciva acqua dal banchetto nella canna della galleria sud, probabilmente per un tubo dell’acqua antincendio rotto. Grazie alle saracinesche appena installate, è bastato chiudere solo una sezione dell’intero impianto.

Per i successivi lavori di riparazione Baumeler ha organizzato un’altra operazione notturna con un team di rilevamento perdite, un ruspista e un installatore di tubi. La condotta è stata messa in pressione per localizzare la perdita, individuando rapidamente il punto debole. L’escavatore ha poi rimosso la pavimentazione sul banchetto per dissotterrare la conduttura. Il team ha riscontrato immediatamente che si trattava di corrosione per vaiolatura. L’area interessata era poco più grande di 200 millimetri, pertanto è stato montato un morsetto di riparazione, ricoprendo poi nuovamente la condotta. Alla fine non restava che ripristinare la pavimentazione e livellarla. A tal fine il camion con l’asfalto era già pronto all’ingresso della galleria.

Condividi l’articolo

Anche questo potrebbe interessarti