Energia – Progetto 4


Lavori elettrizzanti nell’area Lonza

Martin Bürgler

Responsabile di progetto, Linee ad alta tensione, Luterbach

«Terminazioni esterne montate nella SSE Visp»

In una gara d’appalto congiunta di Valgrid e Lonza SA, Arnold HSL si è aggiudicata la fornitura e l’installazione di tre sistemi per cavi da 65 kV nell’area aziendale di Lonza. Il progetto è stato realizzato alle temperature estive di giugno-agosto 2019.

La Lonza SA aveva in programma di ampliare il suo stabilimento di Visp. Finora la sottostazione elettrica (SSE) di Visp aveva fornito elettricità all’intera regione circostante ma ora doveva essere smantellata e ricostruita sul lato opposto del Grossgrundkanal. Sulla tratta tra la vecchia SSE di Visp e quella di Rhone sono state smontate le linee aeree da 65 kV che attraversavano l’area aziendale della Lonza SA. Lavori analoghi sono stati effettuati tra la vecchia SSE di Visp e quella di Galdi. Oggi l’alimentazione elettrica della nuova sottostazione di Visp è garantita dalle linee via cavo sotterranee da 65 kV della SSE di Lalden e della SSE di Rhone. Contemporaneamente a questi lavori di adeguamento, Lonza SA ha costruito una sottostazione per l’approvvigionamento energetico del suo nuovo stabilimento di produzione, anch’essa ricevente energia dalla sottostazione di Lalden.

Il progetto è iniziato nel gennaio 2019, quando la direzione del progetto Arnold ha dovuto definire le lunghezze necessarie per i cavi e commissionarli al produttore di cavi Nexans. Alla fine di maggio i cavi sono stati collaudati insieme ai clienti Valgrid e Lonza presso lo stabilimento Nexans di Cortaillod (NE). Allo stesso tempo si sono avviati i preparativi per le successive operazioni di montaggio. Elaborare le misure di sicurezza supplementari prescritte nello stabilimento Lonza e le norme di accesso ai vari siti ha richiesto un periodo di tempo particolarmente lungo. Inoltre è stato necessario tenere conto delle altre parti interessate nell’esecuzione già prima dell’inizio dei lavori. Grande importanza, quindi, ha rivestito una buona programmazione delle tempistiche e un adeguato coordinamento delle persone coinvolte.

«Terminazioni esterne montate nella SSE Visp»
Terminazioni esterne montate nella nuova stazione 107

Fatti del progetto:

installazione di 11’500 m di cavo ad alta tensione da 36/60 kV del tipo FT-XKDCuT 1x240mm2_Cu

Grazie alla buona preparazione e alle misure adottate per rispettare la sicurezza sul lavoro, l’intervento è stato portato a termine in modo sicuro e con la piena soddisfazione dei clienti. Vale la pena menzionare la collaborazione senza complicazioni durante i lavori di installazione e le strutture operative richieste, messe a disposizione con breve preavviso. Un ringraziamento va anche al personale di montaggio di Arnold AG, che ha svolto un ottimo lavoro e con grande flessibilità ha rinunciato a qualche giorno di meritata vacanza per i lavori finali del progetto.

La posa dei cavi ad alta tensione era il primo punto della tabella di marcia. Le singole bobine sono state consegnate puntualmente con il rimorchio di posa Nexans e tesate direttamente nel sistema di condotte. Un portale di transizione ha rappresentato una sfida speciale per il team Arnold. Si trovava al centro dell’impianto delle condotte, pertanto i cavi dovevano essere notevolmente deviati durante la loro tesatura. Ogni linea di cavo doveva attraversare il portale transitorio e doveva essere stesa perfettamente per la tesatura del cavo. Il motivo risiede nelle elevate forze radiali che agiscono sui cavi. Dopo il tiraggio dei cavi, gli accessori per l’alta tensione definiti sono stati installati nelle tre sottostazioni in modo professionale e puntuale. Prima della messa in servizio, le linee sono state collaudate mediante una prova di tensione di 24 ore, il cosiddetto «soak test». I risultati sono stati tutti ottimali e le linee hanno potuto entrare in funzione come da programma.

Condividi l’articolo

Anche questo potrebbe interessarti