Energia – Progetto 2


Nuova sottostazione di Sorvilier

Patric Siegenthaler

Responsabile di progetto, Impianti ad alta tensione, Ostermundigen

La sottostazione Sorvilier rappresenta per BKW uno snodo importante per l’approvvigionamento elettrico sovraregionale. L’obsoleta sottostazione è stata sostituita con una moderna e meno ingombrante struttura in acciaio.

Tra BKW e Arnold è in atto da molti anni una proficua collaborazione. Arnold conosce molto bene gli impianti esistenti presso la sottostazione di Sorvilier, avendovi già effettuato lavori di revisione e manutenzione

Dal momento che gli impianti ad alta tensione isolati in aria (AIS) su tre livelli di tensione (132 kV, 50 kV e 16 kV) erano ormai giunti a fine vita, BKW ha deciso di rinnovarli completamente. Tale progetto prevedeva la completa ricostruzione della sottostazione, esattamente nello stesso punto.

Su questa base, BKW ha commissionato ad Arnold il montaggio e la messa in servizio della nuova sottostazione elettrica (SSE) presso il sito di Sorvilier nel Giura bernese. Grazie all’utilizzo di nuove tecnologie, l’obsoleta SSE è stata rimpiazzata da una struttura meno ingombrante, risparmiando così spazio rispetto alla versione precedente.

La fase di pianificazione di questa vasta opera è iniziata nella primavera del 2015 con il progetto preliminare e ha richiesto molto tempo. Ad agosto 2017 è stato possibile iniziare a implementarla. La nuova SSE Sorvilier è una moderna costruzione in acciaio, che integra gli innovativi impianti a isolamento gassoso (GIS). La struttura è così «salva-spazio» che occupa solo una superficie pari a metà campo di calcio invece dei due campi precedenti.

Sono state installate inoltre nuove tecnologie e impianti secondari, ad esempio ventilazione, luce e corrente per l’esercizio dell’impianto. Data la portata del progetto, è stato necessario interfacciarsi tra diversi soggetti (ditte di costruzione, artigiani e altri partecipanti). Il coordinamento è spettato a BKW, mentre Arnold si è occupata del montaggio e della messa in esercizio dei componenti. Nel complesso, fino alla messa in funzione degli impianti a fine 2019, Arnold ha fornito circa 8’000 uomini/ora.

La sfida più grande nella realizzazione di questo progetto è stata affrontare eventuali ritardi nella consegna dei componenti principali della sottostazione. Per garantire una messa in servizio tempestiva, era richiesta un’elevata flessibilità nella pianificazione. È stato necessario riprogrammare le risorse in caso di «colli di bottiglia» e impegnare un maggior numero di lavoratori per consentire interventi in parallelo, affinché i progressi non venissero compromessi dai ritardi nelle consegne. La buona collaborazione e l’eccellente comunicazione con BKW su questo progetto hanno permesso di rispettare i requisiti e di portarlo a termine nei tempi e nei limiti del budget.

Condividi l’articolo

Anche questo potrebbe interessarti