EnergiaProgetto 5


Spostamento di un pilone in un’area autostradale

Emilien Voisard

Responsabile settori energia, Giura, Delémont

Per lo smantellamento della linea a 16 kV su pali in calcestruzzo tra la sottostazione di Courrendlin e Courroux, BKW si è affidata all’esperienza di Arnold AG di Delémont. L’opera è culminata con la complessa rimozione del palo n. 2, situato al centro dello svincolo autostradale A16 Delémont-Est.

Nell’estate del 2018 abbiamo realizzato la posa del cavo della linea a 16 kV che collega la sottostazione di Courrendlin a Courroux lungo una tratta di un chilometro. Fino ad allora il collegamento era una linea aerea su tralicci di calcestruzzo. Una volta completato il cablaggio, il nostro compito era quello di smantellare la linea aerea, anche se sei degli otto piloni che la componevano si trovavano in un’area agricola. Si è quindi deciso di rimandare la rimozione all’inverno del 2019, per limitare i danni alle colture

Di conseguenza, abbiamo potuto iniziare i lavori all’inizio del 2019. Di per sé lo smontaggio dei cavi e dei pali tra il n. 4 e il n. 8 non comportava grandi difficoltà, considerando l’esperienza e la professionalità degli installatori impegnati in cantiere. Peraltro, questa parte dei lavori non ha causato inconvenienti o danni. Diversa, invece, la storia dei piloni da 1 a 3. Il traliccio in calcestruzzo n. 2, alto 13 metri e pesante 6 tonnellate, si trovava proprio al centro dello svincolo autostradale A16 Delémont-Est. Per garantire una sicurezza completa, era quindi imperativo chiudere completamente le rampe di entrata e di uscita dell’autostrada. Grazie alla diligenza del servizio infrastrutture del Giura e dell’USTRA, siamo riusciti ad ottenere una chiusura completa degli accessi, ma solo tra le 8.00 e le 11.00.

Durante questo lasso di tempo abbiamo dovuto finalizzare lo smantellamento di due portate di filo tra i piloni 1, 2 e 3, sgomberare parzialmente la base del pilone fino alla sua fondazione, segare il pilone in calcestruzzo (60 cm di diametro) e rimuovere i materiali dal tratto stradale, chiudendo la fondazione del pilone. Si è trattato di un vero e proprio esercizio a cronometro.

Per stabilizzare il traliccio durante il segaggio e smantellarlo rapidamente, abbiamo optato per l’utilizzo di un’autogru da 40 tonnellate in modo da posizionare il palo direttamente fuori dal perimetro autostradale. È stata inoltre ingaggiata una società di ingegneria civile per i lavori di scavo e di ripristino della base del pilone.

Il meticoloso coordinamento delle varie aziende e team sul campo ha rappresentato la chiave del successo di questo straordinario lavoro. La data dell’intervento era stata fissata con largo anticipo, ma non ci aspettavamo che l’operazione si sarebbe svolta in una giornata con freddo glaciale! È infatti a una temperatura di -12°C che i nostri otto collaboratori, il team UT IX, la società di ingegneria civile e l’operatore dell’autogru hanno dovuto effettuare questa operazione così impattante. E tutto rispettando la tabella di marcia. Il responsabile di progetto BKW, venuto a immortalare il lavoro con il suo drone, ha avuto alcune difficoltà. Le pale del dispositivo, infatti, ghiacciavano a causa delle temperature molto rigide e della nebbia gelida persistente. Un’altra prova del freddo da brividi che regnava quel giorno!.

Condividi l’articolo

Anche questo potrebbe interessarti